Seleziona una pagina

Ferdinando Scianna alla Settimanale di Fotografia

Lo scorso sabato sera Ferdinando Scianna, ospite della Settimanale di Fotografia a Palazzo Ducale, ha passato più di due ore a condividere ricordi e aneddoti di un’incredibile carriera con una platea che da subito è stata conquistata dagli appassionanti racconti del fotografo siciliano.

Fotografia dopo fotografia ha raccontato gli inizi da fotografo in Sicilia, l’approdo all’Europeo, gli anni parigini, l’amicizia con i maestri Leonardo Sciascia e Henri Cartier-Bresson, l’ingresso in Magnum e poi l’incontro con Domenico Dolce e Stefano Gabbana che per primi lo convinsero a sperimentare il suo stile documentaristico per le campagne pubblicitarie di moda: una carriera lunga cinquant’anni, scandita dalla pubblicazione di decine di libri che sono stati il filo conduttore dell’incontro in Sala del Munizioniere.

Le rovine di Santa Maria in Passione rivivono grazie a danza e teatro

Il progetto “Attraversamenti Multipli”, portato avanti fin dal 2001 dal gruppo romano Margine Operativo, è arrivato in città per quattro giornate – distribuite sul weekend appena trascorso e quello prossimo – con inedite esibizioni a cura di 12 compagnie artistiche.

È la seconda volta in 17 anni che il progetto lascia la sua città natìa per attraversare gli spazi -accuratamente selezionati dopo vari sopralluoghi – di un’altra città: dopo il precedente di Napoli questa volta gli organizzatori hanno scelto Genova ed in particolar modo la collina di Santa Maria di Castello, affascinante zona del centro storico ricca di storia ma caduta nel dimenticatoio dopo i bombardamenti subiti nel corso della seconda guerra mondiale.

Al via la terza edizione della Settimanale di Fotografia

Un aperitivo ai Giardini Luzzati ha aperto la terza edizione della Settimanale della Fotografia che quest’anno si presenta ai genovesi con un nuovo format capace di condensare l’intenso programma nel giro di pochi giorni.

«Quest’anno abbiamo deciso di ampliare il programma perché ci piacerebbe trasformare questo appuntamento in un vero e proprio festival e che maggio diventasse il mese della fotografia a Genova» spiega Veronica Onofri, organizzatrice della Settimanale.

Danza, teatro, poesia e fumetti alla Collina di Castello

Fin dal 2001 la missione del gruppo artistico Margine Operativo è stata quella di portare l’arte nei luoghi dimenticati delle città e, per i prossimi due weekend (12/13 maggio e 19/20 maggio), arriveranno a Genova con il progetto Attraversamenti Multipli che promette di far rivivere gli spazi riqualificati della Collina di Castello grazie all’esperienza di riqualificazione urbana della “Libera Collina di Castello” (tra piazza S.Maria in Passione, Giardini di Babilonia e piazza San Silvestro) con quattro giornate di eventi dedicate a teatro, danza, fumetti e poesia.
Attraversamenti Multipli, progetto basato sullo studio dei rapporti tra la società attuale e i linguaggi artistici contemporanei, coinvolgerà 12 compagnie artistiche impegnate in performance, reading e proiezioni in spazi cittadini tutti da scoprire.

Cotonfioc Festival, l’arte conquista il mercato di Corso Sardegna

La pioggia non ha fermato il Cotonfioc Festival che, nel corso dell’ultimo weekend, si è svolto all’interno dell’ex-mercato ortofrutticolo di corso Sardegna. Nonostante le difficoltà climatiche della giornata di sabato, la prima rassegna cittadina dedicata alla traversalità artistica ha fatto registrare un’ottima affluenza, superando le aspettative degli organizzatori.

«Appena sono entrato non mi sono sentito più da solo a Genova; per la prima volta anche in questa città mi sono sentito in Europa» ha confessato un giovane visitatore a Mattia Brancati, presidente dell’Associazione Gossypium che, dopo l’esperienza del Gelati Festival esclusivamente dedicato al mondo della micro-editoria e dell’illustrazione, ha questa volta organizzato una rassegna artistica in grado di unire diverse discipline che svariano dall’arte contemporanea alla musica.

Arriva sulle piattaforme digitali “Vorrei tanto dir”, il primo disco dei Free Shots

Dopo l’anteprima al Crazy Bull di qualche settimana fa ecco il giorno tanto atteso da tutti i fan dei Free Shots: da oggi, venerdì 5 maggio, il loro primo disco “Vorrei tanto dir” è finalmente disponibile anche su Spotify e iTunes.

“Vorrei tanto dir” raccoglie dieci tracce registrate nell’ultimo anno dalla band genovese; si tratta di tre cover e sette inediti che danno vita ad un prodotto fatto di suoni electro-swing e pop e unico nel panorama musicale italiano.

In occasione delle riprese del videoclip “Lo Swing Innarestabile” ho ritratto la band genovese in dieci fotografie che sono state raccolte nel progetto “Free Shots in 50mm” da oggi visibile su questo sito.

“Lettere”, l’arte del writing in mostra a Villa Croce

«È un’arte dove si disegna la propria scrittura: segni che compongono lettere che compongono una scritta». Questo è il writing secondo l’artista Dado Ferri protagonista, insieme ad altri sei writer provenienti da ogni parte d’Italia, della mostra “Lettere – Evoluzione del graffito in Italia” inaugurata venerdì pomeriggio nella Mansarda di Villa Croce. «Traduciamo i segni in forma» spiega l’artista bolognese mentre parla delle sue forme ispirate dal movimento virtuoso dei nastri di una ballerina o di un lenzuolo che vola nel vento all’interno del quale appaiono delle lettere, «come si è tradotto dal rumore in nota, noi writer abbiamo tradotto il semplice scarabocchio in segni convenzionali usati ormai da moltissimi ragazzi in giro per il mondo».

I Rumba de Bodas chiudono la stagione invernale dello Swing Circus

Partiti da Bologna negli ultimi anni hanno girato in lungo e in largo per tutta Europa e ieri sera – con il loro esclusivo sound frutto di un mix di vari generi musicali – i Rumba de Bodas hanno conquistato il pubblico genovese accorso al Seven Days di Quarto per l’ultimo Swing Circus della stagione. A far ballare fino a tarda notte centinaia di giovani e giovanissimi,t ra le acrobazie dei circensi e le coreografie dei ballerini di Swining’Genova, non sono mancati i dj-set dei musicisti della band torinese The Sweet Life Society e dei genovesi Free Shots, organizzatori dell’evento divenuto ormai un appuntamento fisso per tutti gli appassionati dell’electroswing.

La mostra di Walker Evans a Photofactory

È questo l’ultimo weekend a disposizione per visitare la mostra allestita (fino a sabato sera) presso PhotoFactory dedicata al fotografo americano Walker Evans, pioniere – insieme agli altri fotografi della Farm Security Administration – della moderna fotografia documentaristica. Come racconta Martina Massarente, curatrice della mostra, questo è solo uno dei tanti appuntamenti che si susseguiranno in questo nuovo spazio dedicato totalmente alla cultura fotografica «oltre alla vendita delle stampe e dei libri ci occupiamo anche alla promozione della fotografia contemporanea e a quella d’archivio e abbiamo dato avvio a una serie di proposte come quella dei percorsi fotografici in galleria».

Twitter

FREE SHOTS IN 50MM

La raccolta di dieci ritratti scattati durante le riprese del videoclip del singolo "Lo swing inarrestabile"

WALK THE LINE PROJECT

100 artisti x 100 piloni, la missione del progetto Walk The Line ha l'obiettivo di dipingere cento piloni della Sopraelevata. Il racconto fotografico in corso d'opera attraverso i ritratti degli straordinari artisti passati per Genova